Ray Ban Beneficenza

Fin da piccolo si distingue per una spiccata predisposizione alla mimica e all’imitazione; così, a cinque anni, viene iscritto alla Children’s School of Intuitive and God Conscious Art, dove pone le basi della sua carriera. Continua a studiare recitazione e a perfezionare la formazione artistica all’università LaGuardia High Scholl of the Performing Arts di New York, dove si laurea con successo. L’esordio al cinema risale al 1992, quando il regista Ernest R.

La sua dolcezza è stata l’arma che è riuscita a far fremere il cuore di milioni di adolescenti, sedotti da peccaminose Cruel Intentions; sfoderando poi una contagiosa simpatia ed esibendo la splendente chioma dorata ha dato inizio a La rivincita delle Bionde.Questa è una giovane donna che ha fatto dei suoi modi aggraziati e dell’intelligenza un punto di forza. Una bellezza dagli occhi blu come l’abisso e dal sorriso che sprigiona tanta solarità: Signore e signori, Reese Witherspoon.Nasce a New Orleans, in Louisiana; passa i primi anni di vita a Wiesbaden (nella Repubblica Federale Tedesca) al seguito del padre, il Dr. John Witherspoon, medico a servizio delle Forze Alleate e della madre, Betty Reese, infermiera pediatrica.Tornata negli Stati Uniti, la bambina si stabilisce a Godlettsville, un sobborgo di Nashville, sua patria elettiva: cresce con un’educazione episcopale, in un ambiente decisamente privilegiato, assieme al fratello maggiore John.La ragazza del Tennessee è una diretta discendente di John Witherspoon, l’ecclesiastico che è stato tra i firmatari della Dichiarazione d’Indipendenza, nonché uno dei fondatori dell’Università di Princeton.A soli sette anni, Reese inizia a girare una lunga carrellata di spot commerciali, primo fra i quali, quello per un negozio di fiori.

La donna resta colpita dal testo e, senza volerlo, fa nascere un caso giornalistico al punto di essere incaricata dell’individuazione del misterioso “G”. Scopre Garrett e i due si innamorano ma qualcosa impedirà il lieto fine. Continua. Lo fa ancora oggi, come non ha mai smesso di impiegare i ritagli di tempo per girare spot pubblicitari. Su questo Deodato non fa misteri: “Pagano bene e non è un lavoro così difficile.”.Certo che la pubblicità non si fa con scopi artistici, però anche là il regista romano lascia sempre il suo marchio di autore sensazionalista.”All’ultimo minuto” va avanti con successo dal 1971 al 1973.Nel 1971 Deodato gira: Il buio, L’ascensore, La scelta, La prigioniera. Nel 1972: Acqua alla gola, Il borsaiolo, Il rapido delle 13.30, Dramma in alto mare.