Occhiali Da Sole Ray Ban Aviator

Corteggiato da Adriano Celentano, entra a far parte della sua casa discografica Clan Celentano, formando un nuovo complesso Teo e le vittime, con cui incide altri 45 giri. I produttori lo spediscono inspiegabilmente al 15 Festival della Canzone Napoletana, manifestazione all’interno del quale canterà, accompagnato dalla musica dei Campanino, “Carulina nun parte cchiù”, una ballata che portava la firma di Nisa, Angelo Fiorentini ed Emma Chelotti. Non vincerà, anzi sarà preso in giro dal pubblico (uno dei presenti gli urlerà Ricchione!).Tornato a Milano, inciderà “Le vitamine” di Miki Del Prete, Luciano Beretta, Detto Mariano e Adriano Celentano.

L’interpretazione di un attore perennemente disoccupato che si traveste da donna e diventa una star in una soap opera grazie alle sue battute femministe al vetriolo gli valse un’altra nomination per l’Oscar.Gli anni OttantaNel 1985 recita nella parte del commesso viaggiatore Willy Loman sia per il cinema che a teatro (interrompendo un’assenza dalle scene di diciassette anni) e nel 1987 lavora in uno speciale della CBS. Torna al cinema nel 1987 nella commedia di Elaine May Ishtar, accolta negativamente tanto dal pubblico quanto dalla critica, pellicola che fu anche un clamoroso insuccesso finanziario. Nel 1988 interpreta la parte di Raymond, fratello autistico di Tom Cruise, in Rain man L’uomo della pioggia di Barry Levinson, regista che lo dirigerà altre due volte nei cinque anni successivi.

The Sun (2012)For six hours the radar screens remained blank. Patrick Bishop FIGHTER BOYS: Saving Britain 1940 (2003)And they flew them without the aid of radar or radio and had no weapons to defend themselves. The Sun (2015)The smallest are carried high into the atmosphere and cannot be detected by radar or other aircraft instruments.

Si concluse nell’isola spagnola più nord orientale dell’arcipelago delle Canarie, la vita del grande (di stazza e di fatto) Pupo De Luca: attore, regista e fondatore del celebre tempio del cabaret italiano, il Derby Club di Milano (con Gianni Buongiovanni e Enrico Intra), nonché batterista jazz di Intra, Franco Cerri, Gianni Basso, Dino Piena, ma anche di star internazionali come Bud Shank, Jimmy Smith e Chet Baker.Esordì come attore nel 1968 nella pellicola Banditi a Milano di Carlo Lizzani, in una piccola parte accanto a Gian Maria Volonté, Don Backy e Ray Lovelock, successivamente entrò nella miniserie a puntate Nero Wolfe, trasmesso dalla Rai fra il 1969 e il 1971, per la regia di Giuliana Berlinguer, nella parte di Fritz Brenner, il cuoco sopraffino e svizzero che vive nello scantinato della casa del detective Wolfe (Tino Buazzelli).Con l’arrivo degli anni Settanta, si fece notare in ruoli secondari in film come La controfigura (1971) di Romolo Guerrieri, La vacanza (1971) di Tinto Brass, Noi donne siamo fatte così (1971) di Dino Risi e Roma bene (1971) di Carlo Lizzani. Lentamente comincia a collocarsi fra quegli attori di B movie italiani che oggi sono resi lungimiranti dalla critica: Femi Benussi, Barbara Bouchet, Giuliano Gemma, Mario Brega, Luciana Turina, Erika Blanc e Orchidea De Santis.Debutta perfino nella regia e nella sceneggiatura con L’inconveniente (1976), che rimane l’unica pellicola che lo vede dietro la macchina da presa, mentre come sceneggiatore continuerà la sua carriera scrivendo assieme a Sergio Bergonzelli Il compromesso erotico, dove interpreta un sacerdote.Ma nonostante lo si ritrovò in commediole ultraleggere come Patroclooo!. E il soldato Camillone, grande grosso e frescone (1973) di Mariano Laurenti, Pupo De Luca fu una presenza notevole anche per opere lievemente più d’autore: Conviene far bene l’amore (1975) di Pasquale Festa Campanile (1975) o il film tv Le mani sporche (1978) di Elio Petri, all’interno della quale ebbe la fortuna di lavorare gomito a gomito con Marcello Mastroianni.Fra il 1978 e il 1987 si prese una lunga pausa dal cinema, tornando sul grande schermo in Teresa (1987) di Dino Risi, e due anni più tardi nella serie Tv con Lino Banfi Il vigile urbano.

Lascia un commento