Occhiali Ray Ban Clubmaster

Riyad Mahrez Leicester City Forward Algeria international Riyad Mahrez earned continental admiration for the part he played in Leicester City shock Premier League triumph in 2015 16, with Arsenal, Barcelona, Man City and Chelsea said to have been among the clubs chasing his signature. However, Mahrez stayed put at the King Power Stadium and, while his form dipped somewhat last season he has taken his game up a level once more in 2017 18, reaching double figures in the goal charts. That has revived interest from City and, with Mahrez contract running out, the Foxes may be forced to sell one of their prized assets..

Con i nuovi costumi sessuali, che rendono improvvisamente superata l’immagine femminile della docile casalinga suburbana, la Reynolds prova a reinventarsi spostando la sua attenzione verso gli spettacoli sexy dei nightclub più raffinati di Las Vegas prima di aprirne uno proprio e verso i palcoscenici teatrali, su cui ha successo in particolare nel 1973 con il revival del vecchio musical di Broadway “Irene”. Si cimenta, di nuovo al cinema, con una parte per lei insolita, nel thriller dai toni grotteschi I raptus segreti di Helen (1971) di Curtis Harrington, per poi riapparire in seguito in ruoli saltuari e poco significativi, come nel poliziesco Professione detective (1987) di John Llewellyn Moxey. Nel 1993 torna al cinema, nel ruolo di Eugenia, nel drammatico Tra cielo e terra di Oliver Stone, storia vera delle dolorose peripezie di una donna vietnamita durante la guerra di fine anni Sessanta e del suo matrimonio con un sergente americano.

Con la fine di Mai dire Sì l’attore passa definitivamente al set cinematografico, accettando ruoli che vanno dal comico al drammatico ma che non riescono a dare una svolta alla sua carriera. Partecipa comunque a film importanti come il cult fantascientifico Il tagliaerbe (1992) in cui è uno scienziato convinto di poter donare intelligenza ad un ritardato mentale attraverso la realtà virtuale dei videogiochi. Affronta soprattutto film di genere e dopo una pellicola premonitrice (è una spia in Quarto protocollo del 1987) diventa un simbolo dell’investigazione eroica, rappresentata da diversi punti di vista: è nell’horror Nomads (1986) ma gestisce bene anche i tempi dell’avventura in film d’azione come Sul filo dell’inganno (1988) o I dinamitardi (1992).Tim Burton e la svolta americanaIl pubblico lo apprezza anche in ruoli dichiaratamente comici: l’ottimista e ingenuo scienziato di Mars Attacks! (1996) di Tim Burton o il compagno dal fisico atletico ma dalle dubbie capacità intellettuali di Mrs Doubtfire (1993), rivale di uno straordinario Robin Williams travestito da tata.Il vero cambiamento che lo consacra divo internazionale avviene con la proposta di incarnare il nuovo James Bond, dopo l’insuccesso dei precedenti episodi.

Lascia un commento