Occhiali Ray Ban Donna 2016

La notorietà si espande rapidamente in tutto il mondo e, a quel successo, seguono altre pellicole come Tutta colpa dell’amore e 24 ore. Nel 2002 ha una piccola parte nella miniserie fantascientifica per la tv Taken, prodotta da Steven Spielberg: 10 episodi dove interpreta in maniera brillante una bambina aliena. I suoi bellissimi occhioni azzurri, che guardano fissi dentro l’obiettivo della cinepresa, ci ossessionano.

Invasata da deliranti incubi che la vedono tormentata da Carrie, lo sguardo di Satana, l’attrice scopre di possedere doti extrasensoriali in Fury, convola a nozze con una Barbra Streisand camuffata da uomo in Yentl, in un ruolo che le frutterà la candidatura all’Oscar come non protagonista, e dà voce alle sinuose forme della “rossa” Jessica in Chi ha incastrato Roger Rabbit, intonando una conturbante “Why don’t you do right”.Ultimogenita del director/producer teatrale di origini ebraiche Jules Irving e dell’attrice Priscilla Pointer, Amy ha due fratelli: David Irving, sceneggiatore/regista, e Katie Irving, cantante ed insegnate dei bambini sordomuti. Nata a Palo Alto, California, la diva eredita dalla madre discendenze gallesi e Cherokee. In seguito, vola a Londra iscrivendosi all’Accademia di Musica e Arte Drammatica.

Lei rappresenta la via dell’amore e della misericordia, mentre il padre cerca di insegnare al figlio le via della vita mettendo se stesso in primo piano. Ciascun genitore cerca di ottonere la sua fedeltà, e Jack deve conciliare le loro richieste. L’immagine si oscura quando per la prima volta ha la testimonianza della malattia, della sofferenza e della morte.

Ma il suo frenetico 2011 non finisce qui: c’è infatti Thor di Branagh, adattamento dell’omonimo fumetto sul dio del tuono. Nel 2012 l’eclettica attrice torna sul grande schermo con un’insolita interpretazione. Protagonista accanto a Joseph Gordon Lewitt della commedia indie Hesher è stato qui, recita il ruolo di un’occhialuta cassiera che decide di riscattare l’auto sulla quale la madre ha perso la vita.

Joseph Fiennes è coinvolto in numerose attività di aiuto e sostegno per le persone povere dell’Africa e di ricerca di fondi per la cura del cancro al seno (sua madre morì proprio per un tumore al seno nel 1993). Nel corso del 2003 ha intrapreso un viaggio in Angola per dare visibilità alle attività della missione Christian Aid Charity e si è anche impegnato per trovare i finanziamenti per la missione occupandosi personalmente di un reportage trasmesso in tre parti dalla BBC news. Lo stesso Fiennes ha dichiarato riguardo al personaggio che interpreta ne Il colore della libertà: “Io credo si sia creato un vero e proprio clima di sensibilizzazione relativamente al continente africano.

Lascia un commento